Chi sono

Quale riflessologia pratico

La riflessologia basata sul Metodo Lucia Torri Cianci si basa sui principi dell’antica Medicina Tradizionale Cinese, che considera l’uomo nel suo complesso. Insieme alle manifestazioni denunciate dal cliente, prende in esame elementi somatici, posturali, caratteriali. In questo modo si riesce a concepire un appropriato massaggio al fine di ristabilire il benessere dell’individuo.

Questo Metodo pratica la riflessologia plantare secondo una visione psicosomatica, in quanto l’analisi di più elementi, che appartengono al vissuto del cliente, indica quale squilibrio psichico ha causato una somatizzazione (ossia, la trascrizione di una sofferenza sul soma, il corpo).

L’intento non è solo quello di agire sulla manifestazione fisica, organica ma, soprattutto, di rendere consapevole il soggetto di aver tradito la sua originalità, il suo vero essere, allontanandosi dalle sue emozioni.

Il percorso dell’accettazione di se stessi permette di affrontare il presente con cognizione di causa e con serenità, grazie al libero arbitrio. Più ci si avvicina all’ascolto di se stessi, più si conservano le nostre energie, veri inestimabili serbatoi della salute.

Tutto ciò attraverso due mani guidate dall’intento di donarsi ad un corpo bisognoso d’amore e di comprensione, un intervento manuale e psicofisico esaltato dall’applicazione , in determinate zone del corpo, di prodotti estremamente attivi a base di oli essenziali.

In questo lavoro, la vera gratificazione è vedere le persone comprendere la natura degli squilibri energetici e riconoscere i loro bisogni. E accompagnarli a questa comprensione aiuta inevitabilmente anche me a ricordarmi chi sono …

Katia riflessologia plantare cagliari 3
Malattia e destino cagliari
Tutto ha origine dal piede

Il piede è una struttura complessa in cui sono presenti 26 ossa, 33 articolazioni, oltre cento muscoli, tendini e legamenti. Svolge due importanti funzioni:

  1. supporta tutto il corpo umano;
  2. svolge un fondamentale ruolo nel meccanismo di locomozione.

Secondo la riflessologia plantare, inoltre, specifici punti del piede sono collegati direttamente agli organi del corpo. Massaggiando una parte del piede, si agisce su un altro organo e, quindi, sul suo stato di salute.

Riflettendo su queste complessità, può sembrare strano che il mio lavoro nasca dalla passione per questa particolare struttura anatomica?

Pensate a tutte le sue sfaccettature strutturali, alle tonalità di colore che il piede assume in momenti diversi e, soprattutto, alla possibilità di riscontrare in una caratteristica dei piedi – tipo l’arco plantare appiattito o un callo su un dito oppure ancora un valgismo – una peculiarità celata di quella persona.

Per esempio, un piede completamente rosso evidenzia un atteggiamento protratto a lungo, un bisogno di alleggerire l’animo, di procacciarsi letteralmente situazioni piacevoli.

Ho sempre comprato libri che parlavano di riflessologia plantare, di linguaggio del corpo, di psicologia. Volevo unire la mia curiosità sulla psiche, sulla vibrazione delle emozioni, all’effetto che hanno sul corpo. Ecco che il mio percorso come per magia mi ha portato nel 1992 all’acquisto di un libro travolgente di Thorwald Dethlefsen: Malattia e destino. Il valore e il messaggio della malattia.

Subito dopo ho frequentato il mio primo corso base di Riflessologia Plantare presso l’Accademia di Shiatzu a Latina. Non mi bastava sapere a memoria tutte le zone anatomiche del piede e le relative corrispondenze, volevo approfondire….

Mi sono quindi diretta verso l’esperienza e le teorie insegnate da Lucia Torri Cianci, approfondendo il suo Metodo. Ho abbracciato i suoi insegnamenti e non li ho mescolati mai ad un’altra disciplina che mi potesse confondere. Piuttosto ho intrapreso il percorso dello studio del massaggio cinese Tuina così da arricchire le mie conoscenze.

Se desideri contattarmi

Invia il modulo o chiamami al 334 – 1170584