Problemi respiratori

Problemi respiratori: origini

Per un trattamento che aiuta a riequilibrare il sistema respiratorio si parte sempre dalla stimolazione della zona ossigenativa sui piedi, laddove ci son aree riflesse dei polmoni. Si prosegue poi dove lo stesso piede dà indicazioni grazie a particolari chiavi di lettura.

Il piede è un saggio consigliere, conosce ogni nostro pensiero, ogni intenzione, ogni soluzione. Andare a scovare le risorse dimenticate sulla “pagina” dei piedi significa ritrovare noi stessi, la nostra verità, il nostro senso di libertà.

Sono proprio i problemi legati al sistema respiratorio che gridano di voler riappropriarsi di quel respiro profondo fino ad allora mancato.

Cos’è quel naso che cola? Sono lacrime che hanno preso una via di fuga diversa, che avrebbero espresso tristezza e solitudine, ma che sono bloccate si sono quindi trasformate in un raffreddore.

Così come una sinusite indica il protrarsi troppo a lungo di una mancata considerazione, del sentirsi soli o abbandonati.

Problemi respiratori: di cosa parliamo

Quando abbiamo un problema respiratorio siamo soliti ricorrere a queste frasi:

ho difficoltà a respirare …

mi manca il respiro …

ho  fatto un piccolo sforzo e faccio fatica a respirare …

ho il respiro corto e sento un sibilo …

respiro male e ho dolore al torace …

Tra i sintomi più comuni che indicano un problema respiratorio abbiamo:

  • tosse
  • espettorato
  • respiro corto o affannoso
  • dolore toracico o sensazione di costrizione toracica
  • percezione di rumori durante il respiro
  • disturbi respiratori durante il sonno
  • dispnea.

Spesso il problema respiratorio può presentarsi quando si compie uno sforzo anche di limitata intensità.

Le cause di un problema respiratorio possono essere molto varie. Per esempio:

  • elevata fatica dei muscoli respiratori
  • insufficiente numero di capillari polmonari per scambi gassosi
  • scarsa massa polmonare
  • incapacità dei muscoli di utilizzare al meglio l’ossigeno per prodursi energia.

Le malattie polmonari possono essere divise in tre gruppi principali:

  • malattie restrittive, che riducono il volume dei polmoni
  • malattie che interessano i vasi polmonari
  • malattie ostruttive che rendono difficoltosa l’espulsione dell’aria dai polmoni (le più comuni).

Esistono anche i disturbi respiratori a base ansiosa e depressiva, che possono essere diagnosticati dopo aver escluso possibili cause fisiche. In questi casi, il respiro viene percepito come “non normale”, conseguenza di una più grande sofferenza psichica piuttosto che come esito di una malattia del corpo.

Se desideri contattarmi

Invia il modulo o chiamami al 334 – 1170584